La costante attenzione al miglioramento della nostra governance si è concretizzata in particolare nell’evoluzione del Consiglio di Amministrazione, organo incaricato della supervisione strategica del gruppo.

I cambiamenti tengono conto non solo delle migliori prassi nazionali e internazionali e dell’evoluzione delle normative ECB e Banca d’Italia, ma anche dei risultati del processo di autovalutazione.

 

Evoluzione della composizione

L’attuale Consiglio, nominato il 28 ottobre 2020 e in carica fino all’approvazione del bilancio al 30 giugno 2023, mostra un'evoluzione nella composizione:

  • è composto per il 40% da donne
  • comprende più della metà di consiglieri indipendenti
  • comprende due consiglieri eletti dalle minoranze.
PRECEDENTE MANDATO ATTUALE MANDATO MEDIA SOCIETÀ FTSE MIB*
NUMERO CONSIGLIERI 15 15 12
CONSIGLIERI ELETTI DALLA MINORANZA 13% 13% 17%
PERCENTUALE FEMMINILE 33% 40% 36%
PERCENTUALE INDIPENDENTI 53%1 67%1 63%
ETÀ MEDIA DEI CONSIGLIERI 59 59 57**
PRESIDENTE ESECUTIVO NO NO -
1 Requisiti di indipendenza ai sensi dell'art. 19 dello Statuto 
* Consob: “Report on corporate governance of Italian listed companies” 2019.
** Banche: 60 anni

 

Membri del Consiglio di Amministrazione

Indipendenza

L'indipendenza è un elemento chiave delle nostre scelte aziendali e del nostro governo societario, sia all'interno del Consiglio di Amministrazione, la cui composizione soddisfa precisi criteri in questo senso (gli Amministratori indipendenti rappresentano la maggioranza del Consiglio), sia nelle società controllate, dove la nostra prassi consolidata è di nominare membri indipendenti.

Tra i Consiglieri nominati 10 su 15 sono indipendenti ai sensi del Testo Unico della Finanza (TUF) e dello Statuto. Valutiamo annualmente l’indipendenza dei Consiglieri sulla base delle informazioni fornite dai singoli amministratori, prendendo in considerazione anche le relazioni che potrebbero compromettere la loro autonomia di giudizio.

I Consiglieri indipendenti si riuniscono periodicamente in assenza degli altri Consiglieri. Nell’esercizio chiuso al 30 giugno 2020, si sono riuniti due volte, discutendo in particolare sul processo per la presentazione della lista, da parte del Consiglio, dei candidati amministratori, sugli assetti proprietari delle banche vigilate da BCE e sulla lettera pervenuta da Bluebell Capital Partners.  

Criteri di indipendenza più stringenti

L’art. 19 dello Statuto contiene un’unica definizione di indipendenza, in linea con la disposizione del nuovo Codice di Corporate Governance delle società quotate. Il Consiglio di Amministrazione valuta ogni anno l'indipendenza dei componenti non esecutivi, e un amministratore non è indipendente se:

  • direttamente o indirettamente, anche attraverso società controllate, fiduciari o interposta persona, detiene una partecipazione superiore al 3%;
  • è, o è stato nei precedenti tre esercizi, un Amministratore esecutivo o un dipendente: della società, di una società da essa controllata avente rilevanza strategica o di una società sottoposta a comune controllo; di un azionista che, direttamente o indirettamente, detiene una partecipazione superiore al 3%;
  • direttamente o indirettamente, ha, o ha avuto nei tre esercizi precedenti, una significativa relazione commerciale, finanziaria o professionale: con la società o le società da essa controllate, o con i relativi Amministratori esecutivi o il top management; con un soggetto che, anche insieme ad altri attraverso un patto parasociale, controlla la società; o, se il controllante è una società o ente, con i relativi Amministratori esecutivi o il top management; 
  • riceve, o ha ricevuto nei precedenti tre esercizi, da parte della società, di una società controllata o della società controllante, una significativa remunerazione aggiuntiva rispetto al compenso fisso per la carica e a quello previsto per la partecipazione ai comitati raccomandati dal Codice o previsti dalla normativa vigente; 
  • è stato amministratore per più di nove esercizi, anche non consecutivi, negli ultimi dodici esercizi; 
  • riveste la carica di Amministratore esecutivo in un’altra società nella quale un Amministratore esecutivo della società abbia un incarico di Amministratore; 
  • è socio o amministratore di una società o di un’entità appartenente alla rete della società incaricata della revisione legale della società; 
  • è uno stretto familiare di una persona che si trovi in una delle situazioni di cui ai precedenti punti.
CDA RINNOVATO DALL’ASSEMBLEA DEL 28 OTTOBRE 2020  CARICA DATA DI NASCITA INDIPENDENTE* INDIPENDENTE** DIRIGENTE
RENATO PAGLIARO PRESIDENTE 20/02/1957     X
MAURIZIA ANGELO COMNENO VICE PRESIDENTE 18/06/1948 X X  
ALBERTO NAGEL AMMIN. DELEGATO 07/06/1965     X
FRANCESCO SAVERIO VINCI DIR. GENERALE 10/11/1962     X
VIRGINIE BANET CONSIGLIERE 18/01/1966 X X  
MAURIZIO CARFAGNA CONSIGLIERE 13/11/1947 X X  
LAURA CIOLI CONSIGLIERE 10/07/1963 X X  
MAURIZIO COSTA CONSIGLIERE 29/10/1948 X X  
ANGELA GAMBA CONSIGLIERE 15/08/1970 X X  
VALÉRIE HORTEFEUX CONSIGLIERE 14/12/1967 X X  
MAXIMO IBARRA CONSIGLIERE 13/12/1968 X X  
ALBERTO LUPOI CONSIGLIERE 29/03/1970 X X  
ELISABETTA MAGISTRETTI CONSIGLIERE 21/07/1947   X  
VITTORIO PIGNATTI-MORANO CAMPORI CONSIGLIERE 14/09/1957 X X  
GABRIELE VILLA CONSIGLIERE 18/06/1964   X  

* Requisiti di indipendenza ai sensi dell'art. 19 dello Statuto
** Requisiti di indipendenza ai sensi dell’art. 148, comma terzo, del D. Lgs. 58/1998

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiornalo per vedere questo sito correttamente.

è per il risparmio energetico

Questa schermata consente al tuo monitor di consumare meno energia quando il computer resta inattivo.

Per riprendere la navigazione ti basterà muovere il mouse.